¡Lo más vendido!

Informazioni

Fabricantes

Lista de productos por fabricante Gradis’ciutta

1997


Il 1997 per noi è un anno da ricordare. Nel ’97 nasce Gradis’ciutta e, nel ’97 entro ufficialmente in azienda ad affiancare mio padre Isidoro. Un atto formale perché in vigna ci sono praticamente nato. E’ stata la mia prima scuola. La Natura mi ha insegnato tanto. Niente a confronto di tutto quello che posso e devo ancora imparare, rispettandola, assecondandola.


 Il nome


Gradis’ciutta è il nome del borgo rurale in comune di San Floriano del Collio, attorno al quale sono localizzati i vigneti storici di mio nonno Franz. I nomi sono importanti. Prima di Gradis’ciutta questo luogo era conosciuto come Monsvini-Monvinoso che la dice lunga sull’antica tradizione vitivinicola di queste colline.


 La nostra storia


I sacrifici fanno parte di un progetto lungimirante. Lo credo fermamente. E, con forza, lo credevano anche i Princic che mi hanno preceduto su questa strada. I miei trisavoli producevano vino già nel lontano 1780 a Kozana-Cosana, oggi nella vicina Slovenia. Storie di famiglia confermate da documenti dell’epoca relativi ad una cantina di proprietà e alla produzione di vino bianco del Collio. In questo, oggi fortunato, angolo d’Europa il tramonto dell’Impero asburgico, l’atrocità delle guerre mondiali, i confini mobili, l’umile mezzadria hanno disegnato un nuovo destino per tanti. La storia grande portò, nel 1910, mio bisnonno Filip a stabilirsi a Giasbana, nel comune di San Floriano del Collio. Allora Filip costruì casa e cantina a Dolgi Breh. Possedeva una mucca, un maiale e un solo ettaro di vigna a Zavognza: tocai friulano, malvasia e ribolla gialla erano coltivate insieme a glera e pagadèbit, vite generosissima che faceva quantità. Con il trascorrere degli anni le proprietà passarono nelle mani di nonno Franz, poi in quelle granitiche di mio padre Isidoro che, quando ancora sorridere non era facile, sorretto dalla forza gentile di mia madre, ha ampliato l’azienda sommando in tutto 20 ettari, di cui 8 vitati. “Non basta comperarla perché una terra sia tua” scriveva Ignazio Silone “diventa tua con gli anni, con il sudore, con le lacrime, con i sospiri”. Per noi è stato proprio così. Le nostre viti, tutte nella zona doc Collio, affondano le radici in piccoli appezzamenti dislocati a Zavognaza, Dolgi breh, Bukova, Budignacco di Capriva, Bratinis e Ruttars di Dolegna. Complessivamente contiamo 30 ettari, metà dei quali coltivati a vigneto. Questa è la nostra storia. E’ la realtà che ha accompagnato la mia famiglia fino ad oggi. Una storia semplice, legata all’amore per questi dolci pendii, sui quali i miei avi per secoli hanno coltivano con amore e cura la preziosa vite.


 


 

Mostrando 1 - 1 de 1 item
Mostrando 1 - 1 de 1 item